19/01/2015

Dal COB al Mid-Power

Al momento sembra non esistere ancora il LED ideale ma, al contrario, una soluzione che meglio può servire allo scopo e che utilizza dei LED più adatti di altri a raggiungere il tipo di obiettivo perseguito.
Tra questi, negli ultimi due anni, si è registrata una maggiore attenzione nei confronti del COB (Chip-on-board) e del Mid-Power (Middle Power LED).

Il primo è composto da più chip assemblati sotto un unico film di fosforo, solitamente circolare, fino ad assumere la forma di un corpo luminoso uniforme lambertiano e con la stessa intensità sulla superficie. A suo favore giocano la semplicità di assemblaggio, la buona efficienza e il prezzo competitivo, anche se un limite è rappresentato dal fatto di avere forma prettamente circolare.

Questo è uno dei motivi che stanno spingendo il mercato a sperimentare soluzioni ancora più efficaci, per esempio i Mid-Power che, pur ricalcando sostanzialmente i principi del COB, permettono di creare una varietà di superfici che si distinguono e diversificano dalla consueta forma circolare.