19/01/2015

Neri illumina e arreda

La richiesta dello Studio 2P Architettura di Lucca per il progetto della città di Gambettola, lungo la via Emilia tra Cesena e Rimini, era quella di un sistema di illuminazione moderno alto 6,50 m che si integrasse con un’architettura relativamente recente, caratterizzata in larga parte da edifici di due piani risalenti agli inizi del ‘900 intervallati da altri degli anni 1960-70. Una situazione moto diffusa nel nostro paese.

Per l’occasione è stato scelto il sistema Syrma con la sua sezione ellissoidale in alluminio dal design sobrio e slanciato. Per ragioni meccaniche Syrma è stato alzato di 50 cm, integrandolo con Light Electra, dotato di una fonte LED appositamente studiata, per raggiungere la distribuzione illuminotecnica ottimale. Light Electra presenta un sistema LED integrato multilayer con flussi di sistema fino a 12000lm con un’elevata efficacia di circa 100 lm/W, con la possibilità di installare 2 differenti ottiche stradali; la sicurezza elettrica è ottenuta grazie al sezionatore automatico a un grado IP66 e resistenza agli urti IK10. Il palo è stato dotato anche di altoparlante per le varie manifestazioni che periodicamente animano il centro della cittadina.

L’integrazione fra luce e arredo urbano rappresenta la peculiarità del progetto. Corrispondente al sistema Syrma è la linea di arredo Lilium. I dissuasori sono stati dotati di due diverse tipologie di illuminazione: una strip da 60 LED con schermo satinato disposta lungo i fianchi, in un caso; una lampada fluorescente da 18W con riflettore lamellare e schermo trasparente nell’altro. Lo stesso dissuasore è stato anche pensato come transenna e impiegato nella delimitazione degli spazi esterni dei bar. Completano l’intervento la pensilina e lo stendardo per affissioni realizzati con il medesimo profilato del lampione e, in particolare, il cestino portarifiuti dotato di un vano retrostante dove alloggiano le prese elettriche utilizzate durante il mercato settimanale. Il cestino non fa parte della linea Lilium ma della serie Scilla. Lo si è però facilmente integrato colorandolo argento come il resto dei manufatti.