20/01/2016

Portopiccolo, metamorfosi compiuta

Una superficie di 350.000mq, un tempo adibita a cava di pietra, è divenuta in tre anni una località balneare composta di 380 residenze disposte scenograficamente sulla baia e dotata di ogni comfort e opportunità con negozi, ristoranti, hotel, parcheggi, un porto e una spiaggia attrezzata. Portopiccolo sorge a Sistiana – 20 km a nord-ovest di Trieste – e, a firma dell’architetto Francesco Luparelli, rappresenta uno dei più importanti progetti italiani degli ultimi anni. Un luogo elegante che ha necessitato di cure e attenzioni portate fin nei minimi dettagli con ampio ricorso all’utilizzo di energie rinnovabili rispettose dell’ambiente.

Quest’ultimo aspetto è stato decisivo sulla scelta di affidare a Neri non solo l’illuminazione ma anche l’arredo urbano dell’intero complesso. I lampioni del sistema Heka, le mensole del sistema Kuma e i corpi illuminanti Light 21 conferiscono la sera un aspetto davvero fiabesco alle piazze, al porto e alle vie principali, mentre l’arredo svolge un ruolo centrale per il fatto di trovarsi in un luogo privo di auto in cui il pedone è il protagonista assoluto.