21/10/2014

Quantum Dot: uno sguardo al futuro

Tra le varie tecnologie che si stanno studiando nel campo dell’illuminazione, il Quantum Dot, la cui sperimentazione sta procedendo da diversi anni, potrebbe portare nel prossimo futuro a interessanti migliorie non solo di natura illuminotecnica – maggiore precisione della tonalità della luce – ma anche dal punto di vista economico. L’impiego del Quantum Dot permette di svincolarsi dall’utilizzo di agenti chimici, come il fosforo, la cui estrazione e produzione ha costi notevoli.

Il Quantum Dot è un nanocristallo formato da materiali semiconduttori, piccoli abbastanza da mostrare proprietà meccaniche quantiche. Il colore di emissione spazia dal rosso al blu con il rimpicciolirsi delle sue dimensioni, permettendo di determinare precisamente l’emissione di luce. Poiché la dimensione può essere determinata in fase di produzione, anche le proprietà conduttive del Quantum Dot possono essere controllate.