Novoli, Firenze

Novoli è il sito prescelto dalla FIAT per dislocarvi, a partire dal 1935, le proprie attività produttive nel settore aeronautico, prima, e automobilistico successivamente. Venne realizzato tra il 1938 e il 1939 su progetto dell’ing. Vittorio Bonadè Bottino, consulente e direttore del servizio costruzioni della FIAT.

Lo stabilimento, soggetto a dismissione verso la metà degli anni ‘80, è stato in seguito individuato come punto strategico per la ricollocazione di alcune funzioni urbane con l’obiettivo di creare un nuovo polo tra centro storico e aree periferiche, tra città consolidata e territori di margine. Il progetto di riqualificazione ha comportato la totale demolizione delle preesistenze, fatta eccezione per la centrale termica, e la costruzione di un insediamento a funzioni miste (universitarie, terziarie, residenziali, direzionali, commerciali) con un grande parco centrale.

Dopo i workshop degli anni ‘80 e il piano guida di Leon Krier (1993-94), Gabetti & Isola hanno elaborato il piano di recupero dell’intera area. Il parco pubblico, dalla superficie totale di circa dodici ettari, è il fulcro attorno al quale si sviluppano i 36 isolati suddivisi in dieci unità separate in due settori, est e ovest. L’edificio polifunzionale collocato a est, all’incrocio tra via Novoli e via Forlanini, costituisce la porta di accesso al nuovo quartiere e ospita attività commerciali, una multisala e ambienti dedicati al fitness.

L’intervento residenziale comprende quattro edifici posizionati attorno a uno spazio pubblico con i piani terra a destinazione commerciale. La trama è articolata con blocchi ad altezze variabili su vari fronti dell’isolato, con porticati a doppia altezza, logge e collegamenti aerei per le coperture. I fronti sono ritmati da lesene in cotto alternate a superfici a intonaco mentre agli ultimi piani la struttura si alleggerisce creando piani arretrati con loggiati dai ritti metallici. Dai piani inclinati delle coperture fuoriescono altane dai tetti in rame preossidato di colore verde.

Neri ha partecipato al progetto illuminotecnico e di arredo di Novoli con i prodotti Light 106 nelle vie pedonali e Light 34 per le vie a traffico veicolare. Nelle vie di percorrenza veicolare è stato utilizzato Light.