Restauro Dublino

Dublino è la capitale della Repubblica d’Irlanda. La città è situata sulla foce del fiume Liffey, ed è stata la capitale irlandese sin dai tempi medievali. Quest’anno – 2016 – si celebra un importante anniversario. Sono trascorsi 100 anni dall’aprile del 1916, l’anno della Sollevazione di Pasqua. La piccola rivolta fu facilmente sedata ma divenne importantissima per i risvolti successivi: infatti, vista all’inizio in maniera distaccata dalla popolazione dublinese, la repressione sanguinosa con l’esecuzione di moltissimi giovani causò un rapido cambio di opinione fra la gente. Nel 1918 iniziò la guerriglia degli Irish Volunteers guidati da Michael Collins e dal 1922 Dublino è la capitale dell’Irlanda indipendente. Da qualche decennio la città è in continua espansione urbanistica ed economica. Molti sono gli interventi di riqualificazione urbana, in specifico nel settore dell’illuminazione, che, a partire dal 1999, hanno coinvolto con continuità Neri. Il primo intervento commissionato a Neri risale ai festeggiamenti per il nuovo millennio quando oggetto di restauro fu l’O’Connel Bridge, il ponte che attraversa il fiume Liffey. Costruito nel 1879 fu decorato con monumentali pali in ghisa sia sulle sue sponde (8) sia nello spartitraffico centrale (3) acquistati a Parigi.

Neri ha eseguito il delicato restauro dei lampioni dopo che aziende inglesi, francesi e tedesche avevano declinato l’invito, in considerazione della complessità dell’intervento. Infatti all’inizio del ‘900 nell’illusione di migliorane la stabilità fu praticata una colata interna di cemento che danneggiò irrimediabilmente i pali che in alcuni casi si spezzarono. I lampioni, trasportati negli stabilimenti della Neri, sono stati smontati, separando tutte le componenti decorative dalla colonna centrale. I singoli elementi sono stati quindi ripuliti con una delicata sabbiatura. Per le colonne centrali dei pali invece, essendo irrimediabilmente danneggiate dal cemento, si sono ricostruiti i modelli per una loro fedele riproduzione. La fonderia, con i modelli realizzati, ha fuso le nuove colonne. Per la complessità dei decori i modelli sono stati suddivisi in più parti, estratte singolarmente a mano. A distanza di 16 anni dal loro restauro i lampioni ancora oggi decorano e illuminano splendidamente questo ponte storico nel cuore di Dublino. La qualità dell’intervento sui pali dell’O’Connel Bridge ha aperto la strada per svariati interventi che si sono succeduti negli anni successivi fino ad ora. Con le lanterne Light 801 è stato illuminato anche il ponte pedonale Half Penny Bridge, il luogo più fotografato di Dublino. La stessa tipologia di lanterna è stata scelta per illuminare Temple Bar, un quartiere del centro di Dublino particolarmente rinomato, ritrovo di molti artisti di strada, ristrutturato, rinnovato ed adibito ad autentico luogo turistico con famosi pub e club.

Non distante dal Temple Bar si trova il primo Palazzo del Parlamento irlandese dove sui pali storici originali di Dublino, con i caratteristici pastorali, sono state montate Light 23 di color argento, il colore caratteristico dei grandi pali in ghisa di Dublino. La stessa tipologia di lampione illumina la National Library of Ireland e il National Museum of Ireland. Simile a quello precedente per altezza ma con decori diversi è il lampione che illumina la sede del Governo, l’Irish Government Buildings, complesso edile disegnato da Sir Aston Webb, autore della facciata di Buckingham Palace e inizialmente palazzo del Royal College of Science, ultimo grande edificio costruito dai britannici in Irlanda. Questa parte della città è illuminata con questa tipologia fino a Merion Square. La collaborazione fra la Città di Dublino e Neri si è estesa anche alla riproduzione di questa tipologia di cui la città è ricca grazie ad una intelligente opera di conservazione e manutenzione che ha permesso di salvare questo importante patrimonio urbano ottocentesco. Le zone pedonali Dublino, da oltre un secolo, sono illuminate con una tipologia di lampione di piccole dimensioni ad una luce. Dipinto di nero, in passato ed ancora oggi illumina le vie interne della capitale come Talbot StreetAnche questa tipologia è stata riprodotta da Neri per le estesioni degli impianti e in sostituzione dei pali che annualmente vengono danneggiati.

Per altri luoghi della città, invece Dublino, ha scelto lampioni del catalogo Neri come Nashira di fronte all’Abbey Presbyterian Church e a Ross Road. Oppure il sistema Tabit a Clonfart Road a nord della città. O il sistema Castore a Chapel Street. A Dun Laoghaire Neri ha anche restaurato due magnifiche lanterne di inizio novecento collocate su lampioni originali accanto ad una fontana a tempietto della storica Mc Farland Foundry.